Uno sguardo al passato con gli occhi del presente

<<Ragazzo vieni qui, quando andiamo a casa?>> questa è stata la bizzarra
accoglienza ricevuta dai ragazzi della 4 a H del Liceo Scientifico E. Fermi di Bari
durante la loro visita alla Casa di Riposo “Vittorio Emanuele II” per il progetto
di Alternanza Scuola Lavoro.
La differenza che gli studenti hanno percepito tra la struttura e l’adiacente
centro diurno Karol Wojtyla è stata netta, a partire dalla freddezza dei colori
che rifletteva l’umore degli ospiti. Gli alunni hanno avuto l’opportunità di
intervistarli e conoscerli, per confrontarsi con questa nuova realtà. È stato
subito evidente il grande senso di solitudine degli anziani, acuito dalla
lontananza dei propri cari; nonostante ciò, alcuni intervistati si sono distinti
per il desiderio di sorridere ancora alla vita. Dai loro racconti i ragazzi hanno
potuto conoscere la loro vita e trarne preziosi consigli; l’esperienza è servita a
tutti i giovani, perché hanno avuto modo di risalire alle origini degli anziani,
ma anche alle proprie, valorizzandole. Evidente è risultato il distacco abissale
tra generazioni: numerose sono le vecchie usanze, sconosciute a gran parte
dei ragazzi di oggi, quali la consuetudine di lavare i panni con la cenere e le
stoviglie con l’acqua di cottura della pasta. Gli studenti hanno ascoltato con
estrema attenzione e commozione le testimonianze del periodo bellico degli
arzilli anziani e appreso la Storia italiana in un modo diverso dall’ordinario,
secondo un’ottica più umana rispetto a ciò che può trasmettere un manuale.
Dai loro racconti è traspirata tanta nostalgia per la vita trascorsa, raccontata
con la melanconia di chi cerca di andare avanti, nonostante le avversità
dell’oggi: qualcosa che non può essere appreso appieno da coloro che
guardano il passato con gli occhi del presente.

Classe 4 a H
Bianca Ambrosio
Gaetano Flora
Giuseppe Chiantera
Giuseppe Partipilo
Luoxi Massimo Yu

4^H L.S.S. Enrico Fermi, Bari

Precedente Imparare dagli anziani Successivo Un blog: tra sogni e realtà.