Una crescita rigogliosa

Nella seconda giornata di alternanza Scuola-Lavoro presso il centro diurno Karol
Wojtyla gli alunni della 4^H del Liceo Scientifico Enrico Fermi hanno proseguito la
loro esperienza con una nuova attività, l’orto sociale. I ragazzi sono stati guidati
dagli educatori socio-sanitari che hanno spiegato loro le modalità di manutenzione
e cura dell’orto, predisposto già in precedenza dagli ospiti del centro. La prima
fase dell’attività ha visto la rimozione delle erbacce che ostacolano la regolare
crescita degli ortaggi: lo staff del centro ha aiutato i ragazzi a individuare le piante
coltivate; quindi essi hanno collaborato con gli ospiti e hanno creato diversi gruppi
con varie mansioni e imparato a lavorare con gli attrezzi, quali la pala e la zappa.
Questa esperienza di botanica ha uno scopo terapeutico, perchè sprona chi la
svolge a prendersi cura delle piante – veri esseri viventi – ed a interagire con la
natura, diventando un tutt’uno con essa. La crescita del frutto simboleggia la
rinascita spirituale dell’individuo, perché pone le sue fondamenta nel
potenziamento dello spirito di coesione, di concentrazione e di amicizia. Cogliere i
frutti del proprio lavoro, delle proprie fatiche e trarne i meritati vantaggi, trasmette
ad ognuno sentimenti di soddisfazione e successo che influiscono positivamente
sulla loro crescita e li aiutano a migliorarsi giorno dopo giorno.
Danilo Di Caterino, Claudio Fanelli, Niccolò Ferrara, Daniele Hoxha, Mattia Sassi, Massimo Scarano

4^H L.S.S. Enrico Fermi Bari

Precedente Con le mani sporche, ma il cuore leggero Successivo Coltivare la terra… e anche l'amicizia