Sicurezza sul lavoro: tra salute e guadagni

La sicurezza sul lavoro è un importante tema di dibattito portato avanti dai sindacati già dalla prima rivoluzione industriale e che coinvolge tutti i lavoratori, dall’operaio al professore. Ovviamente anche lo Stato ha un’istituzione preposta alla prevenzione sui posti di lavoro chiamata INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul lavoro e le malattie professionali), con lo scopo di ridurre al minimo i rischi con i quali ogni giorno i lavoratori italiani entrano in contatto. Nonostante ciò, il numero degli incidenti è aumentato del 2.1% nel 2017, dimostrando una scarsa attenzione da parte si dei lavoratori sia dei titolari delle norme vigenti: accrescono i casi di infortuni dovuti alla mancanza di prevenzione, al fine di aumentare la produttività.

Come ridurre questa esorbitante percentuale? Una delle soluzioni è sicuramente una maggiore campagna di sensibilizzazione della propria salvaguardia, onde ridurre i casi in cui in elettricista, per lavorare comodamente, non utilizza nel modo apposito i guanti isolanti o un muratore non indossi adeguatamente il casco; bisogna , poi, far sì che i lavoratori denuncino i propri datori di lavoro nel caso in cui queste norme non vengano rispettate.

Giuseppe Chiantera 3 H

Liceo Scientifico Statale Enrico Fermi di Bari

Precedente L'era della dis-social-informazione Successivo TRASH IS FOR LOSERS