DALLA STRADA AL CARCERE:LA RICERCA DEL RISCATTO

La storia di N., un ragazzo di 16 anni originario della Romania, si confonde con centinaia di altre storie simili:come molti, ha deciso di partire per l’Italia con la sua famiglia in cerca di un futuro migliore che non si è rivelato tale. Il 1 Aprile 2018 N. è stato arrestato per spaccio di cannabis e ora, a distanza di quasi un anno, cerca costantemente di riscattarsi e reintegrarsi in una società che vive di pregiudizi.
“Un incubo”:così N. ha definito Il susseguirsi di eventi che lo hanno portato dalle strade del suo quartiere alla detenzione carceraria. Il continuo volgere lo sguardo al cielo – non appena gli era concesso – era l’unica speranza di appagare il suo desiderio di insperata libertà, negata dalla sua condizione di reclusione. Il suo disagio era tale da non riuscire ad esprimere l’atrocità di quello che stava vivendo; la determinazione e l’aiuto da parte degli educatori sono stati fondamentali per la sua crescita e l’acquisizione di nuove responsabilità. Grazie al servizio civile, prestato presso il Centro Diurno Karol Wojtyla
N. insieme agli amici della struttura è riuscito a farsi contagiare dalla loro semplicità e felicità, provando, un senso di gratitudine immensa che gli ha permesso di maturare. Quello che colpisce della personalità di questo ragazzo è la delicatezza e la trasparenza che si evincono dal suo sguardo, oltre che la determinazione con cui vuole spronare i suoi coetanei a non commettere i suoi stessi errori.
Bianca Ambrosio

4^H L.S.S. Enrico Fermi, Bari
Precedente Una passione tradotta in lavoro Successivo Imparare dagli anziani